Quali sono i Tipi di Aspirapolvere? Per rispondere a questa domanda, abbiamo pensato di fare una Guida Semplificata ma completa in cui abbiamo riportato tutte le tipologie di aspirapolvere attualmente in commercio. Come saprete, il settore degli aspirapolvere si è evoluto enormemente in questi ultimi anni e le tipologie oggi sul mercato sono davvero numerose. Si passa infatti dal classico aspirapolvere a traino alla scopa elettrica, dall’aspira-briciole all’innovativo robot aspirapolvere.

Facciamo allora un po’ di chiarezza sui vari tipi di aspirapolvere, evidenziando tutte le caratteristiche principali di ogni categoria di aspirapolvere, i rispettivi pro e contro e quali sono gli utilizzi più indicati.

Aspirapolvere a Traino

L’aspirapolvere a traino è il più usato nelle case italiane. Negli anni si è evoluto ed è diventato più snello, facilitandone di molto l’impiego e il trasporto, ma può rimanere una soluzione scomoda per diversi motivi e per alcuni utilizzi specifici.

È inadatto, ad esempio, per chi vive in una casa su più piani e spesso può avere difficoltà su superfici irregolari, come tappeti e particolari tipi di pavimentazione.

Punti di forza sono invece la buona potenza di aspirazione, il raggio d’azione e la ridotta necessità di manutenzione rispetto a prodotti più innovativi. Per non parlare dei sistemi di filtraggio dell’aria aspirata, a seconda dei casi molto adatti anche a “purificare” l’ambiente e ridurre il rischio di allergie.

Generalmente ricca la gamma di accessori (inclusi o acquistabili a parte) per la pulizia di varie superfici, come tappeti o parquet.

Aspirapolvere a Traino con Sacco

In questo modello la polvere e lo sporco vanno a depositarsi in un sacchetto usa e getta, che andrà cambiato regolarmente.

Questa soluzione può risultare scomoda per chi ha bisogno di aspirare molto spesso casa o ufficio, perché dovremo cambiarli con una certa frequenza, ma il lato positivo è che la manutenzione richiesta è generalmente piuttosto limitata. Dovremo solo buttarli una volta pieni e sostituirli con uno nuovo.

Aspirapolvere a Traino senza Sacco

Rappresentano una valida alternativa ai modelli classici con sacco. Il vantaggio sta nel non doversi ricordare costantemente di cambiare i sacchi pieni di polvere e sporcizia, risparmiando inoltre sull’acquisto dei ricambi.

La controindicazione principale per gli aspirapolvere senza sacco è invece la necessità di pulire, in maniera regolare, il serbatoio nel quale vanno a depositarsi le polveri aspirate.

Aspirapolvere a Traino con Tecnologia Ciclonica

La tecnologia ciclonica rientra sempre nella famiglia degli aspirapolvere senza sacco. L’aria e lo sporco vengono aspirati,  e successivamente avviene la separazione ad opera della forza centrifuga generata all’interno della “cassetta ciclonica”. In questo modo, non ci sono dispersioni di polvere, il che è l’ideale soprattutto per chi soffre di allergie.

Esistono aspirapolvere con tecnologia monociclonica e multiciclonica: l’aspirapolvere con tecnologia multiciclonica crea al suo interno più cicloni, il che permette una separazione anche migliore tra aria e particelle di sporco aspirate.

La potenza di questo tipo di aspirapolvere, di solito, è superiore a quella dei modelli tradizionali, ma il costo è proporzionalmente più elevato e anche la manutenzione può richiedere più attenzione.

Aspirapolvere a Traino con Filtro ad Acqua

La polvere aspirata da questa tipologia viene catturata dall’acqua, in modo da trattenere micropolveri e batteri senza dispersioni, come invece accade con gli aspirapolvere tradizionali. Questa caratteristica rendono questo sistema di filtraggio utile in special modo a persone che soffrono di allergie.

Sono particolarmente indicati inoltre per la pulizia di cucina e bagno, vista la capacità di aspirare liquidi in maniera efficace.

Aspetti negativi di questa tipologia di prodotto sono piuttosto le dimensioni e il peso, solitamente maggiori rispetto agli aspirapolvere a traino classici, come del resto i consumi energetici, la rumorosità e il prezzo.

Scopa Elettrica

Si tratta di un prodotto presente già da parecchi anni sul mercato, che rappresenta una valida alternativa agli aspirapolvere classici soprattutto grazie alla maneggevolezza e alla facilità di uso.

La scopa elettrica ha un corpo unico e compatto, cosa che la rende perfetta per chi deve pulire ambienti ampi e disposti su più piani. Per ridurre le dimensioni e il peso le scope elettriche sono generalmente meno potenti degli aspirapolvere a traino, e il serbatoio è meno capiente. L’assenza di un tubo snodabile le rende poi poco adatte ad aspirare superfici che si trovano in alto, come mensole o mobili.

Scopa Elettrica con Sacco

Così come per i classici aspirapolvere a traino, anche le scope elettriche possono avere il sacco di carta in cui si depositano polvere e sporcizia aspirata.

Per tenere in perfette condizioni la scopa, basterà estrarre il sacco pieno e sostituirlo con uno nuovo. Un’operazione semplice e veloce, che trova un limite solo nel fatto di dover trovare i sacchi adatti al proprio modello, il che può comportare una spesa sia di tempo che di denaro.

Scopa Elettrica senza Sacco

Le scope elettriche senza sacco hanno un serbatoio in plastica e possono essere anche dotate della tecnologia ciclonica. La procedura per svuotare il contenitore di solito è abbastanza semplice: basta premere un pulsante, estrarre la parte che contiene la polvere aspirata e svuotarla direttamente nella spazzatura, anche se sarà necessario pulire il contenitore periodicamente dai residui.

Esistono inoltre dei modelli di scopa elettrica senza sacco che sono in grado di aspirare i liquidi, fondamentale per chi le utilizza in cucina o in bagno.

Scopa Elettrica con Filo

Tra le scope elettriche è il modello più adatto per chi ha bisogno di aspirare grandi ambienti, in maniera veloce e approfondita. L’alimentazione tramite cavo, infatti, permette di avere maggior potenza rispetto ai modelli senza filo, e risolve il problema dell’autonomia limitata delle versioni a batteria.

I modelli con filo sono generalmente meno costosi di quelli senza filo, ma hanno un punto debole proprio nella scomodità del cavo, che la rende meno adatta alla pulizia di ambienti su più piani e ne riduce il raggio d’azione.

Scopa Elettrica senza Fili

La scopa elettrica senza filo è un prodotto più comodo da maneggiare durante le pulizie. L’assenza del cavo fa sì che questi modelli siano molto utili per pulire le scale o gli spazi con molti mobili d’intralcio.

Di solito sono anche senza sacco, il che le rende ancora più comode da gestire. Le scope elettriche cordless sono alimentate a batteria, quindi meno potenti di quelle che si collegano direttamente alla presa della corrente. Possono ricaricarsi tramite trasformatore a parete o con base per la ricarica, operazione che purtroppo, di solito, richiede diverse ore. Ma il limite più grande delle scope elettriche senza filo è l’autonomia della batteria, cosa che la rende indicata soprattutto per pulizie rapide e veloci.

Scopa Elettrica 2 in 1

Questi modelli offrono la possibilità di sganciare il motore, che diventa un aspiratore portatile a tutti gli effetti, con o senza filo, comodo per aspirare la tavola, l’auto o il divano.

Di solito non presentano il sacco, ma un vano raccoglitore facilmente estraibile e lavabile.

La forza della scopa elettrica 2in1 sta senza dubbio nella sua versatilità, che la rende adatta ai lavori giornalieri che non richiedono potenza, ma semplicità e agilità di utilizzo.

Punti deboli sono invece la dimensione del serbatoio e l’autonomia della batteria, per i modelli cordless.

Aspirapolvere Portatile

Gli aspirapolvere portatili hanno dimensioni ridotte rispetto ai più ingombranti modelli a traino, e sono generalmente indicati per lavori di portata ridotta, come la pulizia dell’automobile o l’aspirazione di un piccola superficie.

Esistono modelli con filo (per chi ha bisogno di più potenza) e cordless (per chi ha bisogno di più agilità nell’utilizzo), che spesso presentano un’ampia dotazione di accessori per la pulizia profonda di auto, tappeti e divani. Di solito questa categoria di prodotto non presenta il classico sacco, quindi per eliminare i materiali aspirati basta semplicemente svuotare il serbatoio. Alcuni hanno inoltre la funzione wet&dry, che permette l’aspirazione anche dei liquidi.

Aspirabriciole

Gli aspira-briciole sono principalmente utilizzati per catturare le briciole dalla tavola o dalle superfici della cucina e hanno un motorino poco potente, per contenere peso, dimensioni e  prezzo. Si tratta di prodotti abbastanza economici, ma poco adatti a lavori impegnativi, come la pulizia dell’auto o del divano.

Il prezzo varia comunque in base a vari fattori, come appunto la potenza, la presenza o meno del filo e l’autonomia della batteria.

Aspirapolvere Portatile per Auto

Gli aspirapolvere portatili per auto hanno generalmente bisogno di più potenza. All’interno di un’auto posso infatti trovarsi, oltre a polvere e capelli, anche piccoli sassolini e foglie.

Sul mercato esistono diversi tipi di aspirapolvere per auto, tra cui alcuni che offrono la possibilità di alimentazione tramite l’accendisigari. Sono venduti con un set di strumenti specifici per la pulizia dei tappeti e dei seggiolini dell’auto, nonché per l’aspirazione di peli di animali e capelli, cosa che li rende più costosi rispetto ai normali aspira-briciole.

Aspirapolvere Portatile con Filo

Gli aspirapolvere portatili con filo rappresentano la migliore soluzione per chi ha bisogno di più potenza, che li rende adatti alle pulizie più profonde, soprattutto di divani, mobili o tappeti. Per questo motivo vengono venduti insieme agli accessori, come la bocchetta a lancia e quella con setole per non graffiare i mobili.

Aspirapolvere Portatile senza Fili

Le nuove tecnologie permettono di avere un prodotto cordless senza però rinunciare ad una buona potenza di aspirazione. Questa tipologia è tipicamente indicata per lavori di pulizia in spazi stretti e scomodi, ma non solo, grazie all’assenza del filo.

Il prezzo è più alto rispetto a quello dei prodotti con filo, e l’autonomia delle batterie è un’importante controindicazione di cui tener conto, specialmente per i lavori più lunghi.I prodotti di fascia alta presentano anche degli indicatori di pulizia del filtro, oltre ad un set di accessori.

Alcuni esemplari di questa categoria, come il Dyson v6 o il Severin HV 7158, sono dotati di tubo smontabile e possono essere utilizzati sia come aspiratori portatili che come scope elettriche senza filo, anche grazie all’integrazione della tecnologia ciclonica.

Robot

I robot sono sicuramente tra i prodotti più innovativi per l’aspirazione e la pulizia della casa. I modelli più avanzati, grazie a sensori ottici o ad ultrasuoni, riescono a rilevare gli ostacoli ed evitare gli urti e le scale, sono in grado di riconoscere la superficie sulla quale stanno passando e di “mappare” la stanza, per capire dove sono già passati e per evitare zone in cui non devono passare.

Tra le funzionalità rientrano anche, a seconda di quanto saremo disposti a spendere, la possibilità di programmarli o controllarli da remoto, tramite smartphone o tablet.

Comunque richiedono ancora una certa supervisione da parte degli esseri umani, e rispetto ad un normale aspirapolvere hanno limiti sia in termini di potenza che capienza dei serbatoi. Altro fattore da tenere ben presente è la durata della batteria, anche se spesso sono progettati in modo da tornare da soli ad una base di ricarica e poi riprendere da dove si erano interrotti. Non ultimo il prezzo, decisamente elevato già a partire dai modelli di fascia media, se si punta su marchi di qualità.

Robot Aspirapolvere

I robot aspirapolvere hanno molto spesso una forma circolare, unita a una dotazione  di spazzole per la raccolta di polvere e sporco, che vengono poi aspirati dall’apposita bocchetta.

Sono ideati per passare più volte sullo stesso punto, in modo da pulire più accuratamente possibile le superfici e gli angoli della casa. Forniti di serbatoio interno, estraibile e lavabile, sono chiaramente limitati sia dalla potenza massima che possono sviluppare che dalle dimensioni del contenitore interno, due fattori che li rendono poco adatti a lavori più impegnativi ma più che all’altezza delle pulizie giornaliere e superficiali della casa.

Robot Lavapavimenti

I robot lava-pavimenti sono una sorta di sotto-categoria, progettati appunto per il lavaggio dei pavimenti e dotati allo scopo di un serbatoio contenente acqua e detergente.

La spazzola bagna la superficie da lavare, poi il panno rotante si occupa di strofinarla e infine il robot asciuga l’acqua rimasta.

Molto comodi per lavare le superfici sotto i letti o i mobili, e in particolare cucine e bagni, anche i robot lavapavimenti possono essere programmati per passare più volte su uno stesso punto e per cominciare le pulizie in automatico. Rimangono confermati i limiti relativi all’autonomia della batteria e all’efficacia dei risultati, specie sulle superfici più sporche o incrostate.

Robot Pulisci-pavimenti a Secco

Oltre alle spazzole che raccolgono la polvere e ne permettono l’aspirazione, i robot pulisci-pavimenti sono dotati di dischi di peltro o in microfibra che consentono di catturare meglio la sporcizia depositata sulle superfici della casa.

Questa tipologia è adatta per catturare e aspirare polvere, capelli, peli di animali e briciole. Sono inoltre molto utili per lucidare i pavimenti e per la pulizia del parquet, ma con risultati su scala ridotta rispetto ad un prodotto più tradizionale concepito per lo stesso tipo di impiego.

Robot Aspirapolvere + Lavapavimenti (2 in 1)

Questa è la categoria di robot più completa ed efficiente. Racchiude in sé sia le funzionalità degli aspirapolvere sia quelle dei lavapavimenti. Ha un contenitore per la polvere catturata e un serbatoio separato nel quale inserire l’acqua e il detergente, da pulire possibilmente ad ogni utilizzo.

Dopo aver versato acqua e detergente sul pavimento, una spazzola rotante si occupa dello strofinamento. Dopodiché, il robot esegue l’asciugatura e torna automaticamente alla base per la ricarica. Anche questi robot soffrono per la limitata potenza di aspirazione, le ridotte dimensioni del contenitore della polvere e la durata della batteria. Inoltre, vista la doppia funzione, sono i più costosi sul mercato.

Bidone

I bidoni aspiratutto o aspiracenere rappresentano una categoria di prodotti adatti sia per un utilizzo domestico che professionale. Hanno delle ruote che ne permettono il facile spostamento, un tubo snodabile e sono venduti insieme a diversi accessori per i più svariati utilizzi.

Le caratteristiche principali di questa categoria, sono la potenza di aspirazione e le dimensioni del serbatoio, solitamente maggiori rispetto a quelle di qualsiasi altro aspirapolvere, cosa che li rende particolarmente adatti per lavori impegnativi e per l’aspirazione di foglie, sassolini, terra e sabbia. Alcuni prodotti permettono inoltre l’aspirazione di liquidi.

I bidoni sono solitamente più ingombranti e rumorosi degli aspirapolvere a traino e delle scope elettriche, e consumano una maggiore quantità di energia elettrica.

Per questo motivo sono consigliati per utilizzi professionali, o per la pulizia di garage, cantine e automobili.

Bidone Aspiratutto

Il bidone aspiratutto è un potente strumento in grado di aspirare, oltre alla polvere, anche detriti più grandi e pesanti, nonché liquidi.

Questa capacità di aspirazione lo rende un prodotto valido sia per un utilizzo professionale (aspirazione segatura e altri frammenti solidi) che per utilizzo domestico in giardino (fogliame, sassolini o terriccio).

Alcuni modelli di bidone aspiratutto hanno una doppia bocchetta dell’aria, una per l’aspirazione e una per la funzionalità di soffiatore. Quest’ultima è perfetta per spazzare i vialetti pieni di foglie o per soffiare via la polvere e i detriti sottili dalle intercapedini più difficili da raggiungere.

Date le dimensioni importanti, il consumo di elettricità e la sua rumorosità, il bidone aspiratutto non è consigliato per le pulizie domestiche giornaliere. È invece adatto per chi fa del giardinaggio, del bricolage o per chi vuole pulire l’auto.

Bidone Aspiracenere

Rispetto al bidone aspiratutto, l’aspiracenere offre la possibilità di aspirare facilmente la cenere dei camini, i residui di stufe a pallet e barbecue, senza causare danni all’apparecchio. Questi residui sono infatti troppo sottili per i classici aspirapolvere o aspiratutto, e andrebbero ad intasare immediatamente i filtri.

Per questo motivo, i bidoni aspiracenere hanno di solito una funzione detta scuotifiltro, per la pulizia veloce e accurata del filtro.

Alcuni modelli permettono anche l’aspirazione di ceneri e residui ancora caldi, grazie ai loro componenti resistenti alle alte temperature, e sono quindi molto adatti a chi ha un camino in casa o utilizza spesso il barbecue.

Aspirapolvere con Vapore

Si tratta di una categoria di prodotto “ibrido” che unisce le funzionalità degli aspirapolvere con quelle dei pulitori a vapore. Hanno un serbatoio che contiene acqua, che viene riscaldata da una resistenza e genera il vapore.

La temperatura e la pressione del getto di vapore permettono di igienizzare e smacchiare le superfici più sporche come pavimenti, tappeti e moquette. Proprio per questo di solito sono venduti con un ampio kit di accessori, inoltre il potere igienizzante rende questo elettrodomestico adatto a persone con allergie.

Gli aspirapolvere a vapore sono prodotti potenti, spesso anche rumorosi e dai consumi elettrici non indifferenti, oltre che più costosi dei classici aspirapolvere.

Aspirapolvere con Vapore a Traino

L’ampio serbatoio degli aspirapolvere a vapore a traino permette di svolgere anche i lavori più lunghi e impegnativi. Il tubo snodabile, unito al vasto repertorio di accessori intercambiabili, rende più agevole la pulizia di superfici in verticale o in alto, come specchi, sanitari e fornelli.

I modelli più avanzati sono progettati per assicurare il risparmio di acqua ed energia, hanno la funzione “turbo” per sciogliere lo sporco più difficile e possono essere collegati anche al ferro da stiro. L’utilizzo non è sempre semplice, soprattutto nel caso dei modelli più sofisticati, e il prezzo di mercato ovviamente risente della loro potenza e versatilità.

Scopa Elettrica con Vapore

Più maneggevole e comoda dei prodotti con traino, è l’ideale per aspirare e igienizzare case e uffici agevolmente. I serbatoi estraibili sono due, uno per la raccolta della polvere aspirata e uno in cui va inserita l’acqua che genera poi il vapore.

Per limitare le dimensioni e il peso del prodotto, questi contenitori sono spesso piccoli e vanno svuotati (dalla polvere) o riempiti (di acqua) con una certa frequenza. Data la loro natura ibrida, poi, molti modelli risultano pesanti e poco adatti a lavori prolungati. Anche in questo caso, vista la doppia funzionalità, il prezzo è più alto rispetto a scope elettriche normali, e la manutenzione un po’ più complicata.

Tipi di Aspirapolvere – Guida Completa ultima modifica: da Staff AspirapolvereTop