In Recensioni Robot Aspirapolvere Neato Robotics
Neato Botvac D5 Connected – Recensione

I NOSTRI VOTI

Silenziosità8.4
Autonomia9.3
Capacità Serbatoio8.8
Velocità di Ricarica8.5
Voto Totale 8.8

COSA CI PIACE
  • Tecnologia Wi-Fi con controllo totale da smartphone e smartwatch
  • Design a forma di D
  • Ruote in grado di salire sui tappeti
  • Funzione Trovami
  • Spazzola per pulizie laterali
  • Auto-diagnostica tramite app
  • Software aggiornabile
  • Ottima autonomia della batteria
COSA NON CI PIACE
  • Dati della App confusionari nello storico pulizie
  • Bassa capacità del serbatoio
  • Prezzo elevato
SCHEDA TECNICA

Recensione Neato Botvac D5 Connected


In questa recensione vi parleremo del Neato Botvac D5 Connected, uno dei nuovi robot aspirapolvere della Botvac Connected Series di Neato Robotics. Una gamma di quattro prodotti caratterizzati dalla possibilità di essere gestiti in modalità Wi-Fi e, in tre casi su quattro, anche grazie all’App nativa distribuita da Neato, disponibile per tutti gli smartphone su Apple Store o Google Play.

Torniamo ad occuparci di questa gamma dopo che in una precedente recensione abbiamo già avuto modo di conoscere le sue caratteristiche principali sul Neato Connected D3, modello base e più economico della serie, capace però di evidenziare le scelte della case madre su questi apparecchi, in grado di lavorare in completa autonomia anche grazie alla tecnologia LaserSmart.

Neato Botvac D5 Connected, dal costo sensibilmente più alto rispetto al modello base, presenta ovviamente migliori accortezze tecniche e, unico modello della serie, aggiunge alla App di comando la funzione Trovami, utilissima per una più facile localizzazione del robot all’interno di ambienti spaziosi o con numerose stanze.

Il Neato Botvac D5 Connected assicura infatti fino a 420 metri quadri in un ciclo di pulizia ed è in grado di passare da una stanza all’altra anche in presenza di piccoli dislivelli di superficie, caratteristica che torna utile anche per evitare il bloccaggio davanti un tappeto.

Migliore rispetto al modello D3 anche la dotazione di spazzole: se quella principale è infatti la stessa spazzola combinata, nel caso del Neato Connected D5 ecco comparirne un’altra laterale pensata dal produttore per evitare di lasciare indietro granelli di polvere o peli di animali.

La batteria del Neato D5 è agli ioni di litio ad alta capacità mentre, tornando alla App di gestione, fa piacere trovare la funzione sullo storico delle pulizie. Sulla stessa App manca invece, rispetto al top di gamma della serie, la mappa della copertura.

Accessori, Design e Materiali

Anche il Neato Botvac D5 Connected, come tutti gli altri modelli della gamma presenta la caratteristica forma a D pensata dall’azienda per agevolare la pulizia negli angoli. Le linee a spigoli della parte anteriore aiutano infatti questo robot aspirapolvere ad avvicinarsi ai muri ad angolo, ma anche a circolare più facilmente attorno ai piedi dei tavoli o delle sedie.

Anche la parte superiore del Neato Botvac D5 Connected è del tutto uguale al modello D3 e cambia solo la colorazione che passa dal grigio del modello base al nero del D5. Le linee restano però eleganti e i materiali dimostrano la stessa robustezza dell’altro modello. Nemmeno in questo caso però troviamo il piccolo schermo LCD presente sul top di gamma Botvac Connected 945-0181 e l’unico comando a disposizione sul corpo macchina è quello relativo all’accensione e allo spegnimento.

Nella parte superiore sono presenti anche due indicatori a led pronti ad accendersi o spegnersi in base alla carica in esaurimento della batteria o allo stato di attività dell’apparecchio. Anche in questo caso quindi il Neato Botvac D5 Connected si presenta del tutto simile al D3, con cui condivide anche lo stesso peso (3,4 kg) e le stesse dimensioni (33 x 31 cm) con un’altezza di 10 cm per consentire il passaggio sotto mobili, letti e divani non più bassi di questa misura.

Oltre al corpo macchina, nella confezione del Neato Botvac D5 Connected è presente solo la base di ricarica. Nessun altro accessorio dunque, ma solo la base da tenere sempre attaccata alla presa di corrente per consentire al robot di ricaricarsi, e di parcheggiare, una volta terminato il proprio ciclo di pulizie.

Il filtro HEPA ad elevate prestazioni e il serbatoio dalla capacità limitata di 0,7 litri come nel caso degli altri modelli della serie, sono facilmente estraibili dopo aver aperto lo sportellino nella parte superiore del corpo macchina.

Prestazioni e Funzionalità

Come anticipato, l’azienda dichiara che il Neato Botvac Connected D5 è in grado di coprire in totale 420 metri quadri per ogni ciclo di pulizia. Va però chiarito che ogni ciclo di pulizia prevede due ricariche complete della batteria e i 420 metri dichiarati verranno quindi puliti in tre fasi differenti. A condizionare la durata più o meno lunga di un ciclo di pulizia totale possono inoltre intervenire anche altri fattori, che variano in base al tipo di pavimentazione ma soprattutto in base alla presenza di ostacoli sul percorso che dovrà percorrere il robot.

La tecnologia LaserSmart presente sul Neato Botvac D5 Connected dimostra comunque di saper far bene il suo lavoro, e anche se con i robot aspirapolvere è sempre consigliato di rimuovere quanti più oggetti possibili dal pavimento, questo prodotto Neato svolge al meglio la sua funzione attorno a sedie e tavoli. Rimane invece il fastidioso “marchio di fabbrica” già registrato sul Neato Connected D3, ossia l’impossibilità di far partire il robot da una posizione scelta e farlo tornare poi in carica. Anche il Neato Connected D5 infatti se fatto partire da una posizione distante dalla base di ricarica tornerà sempre nel punto di partenza e mai a ricaricarsi in automatico.

Altro piccolo difetto riscontrato sulla tecnologia del Neato Botvac D5 Connected è relativo al fatto che a volte il robot aspirapolvere va in modalità offline e in questi casi non c’è altra soluzione che spegnerlo e riaccenderlo per farlo ricollegare al Wi-Fi. L’applicazione inoltre è un po’ deficitaria sulle statistiche di pulizia, che non sempre sono chiare ma appaiono invece piuttosto confusionarie. Si spera dunque che un aggiornamento del software di gestione (cosa che avviene con una certa frequenza) possa presto risolvere questi piccoli bug e rendere un miglior livello di usabilità. Anche perché la stessa App funzione invece bene sotto altri punti di vista, come quando ci aggiorna costantemente sullo stato di manutenzione di spazzole e filtri.

Sarà la stessa App quindi a indicarci quando sarà il momento della manutenzione e del cambio delle stesse componenti magari usurate nel tempo. I costi per i pezzi di ricambio, lo abbiamo già visto sul Neato Connected D3, non sono tra i più bassi, ma anche in questo caso la durata nel tempo è assicurata dagli ottimi materiali di costruzione. La buona fattura dei materiali e la loro praticità saranno del resto riscontrabile anche nel momento in cui ci sarà bisogno di svuotare il serbatoio, operazione da svolgere dopo ogni ciclo di pulizia vista la capacità limitata a 0,7 litri.

Per quanto riguarda la capacità di aspirazione il Neato Connected D5 si dimostra un buon robot aspirapolvere, non lasciando briciole o peli sul suo percorso. La macchina è solita tornare due volte nello stesso punto, così da offrirci la possibilità di togliere oggetti ingombranti tra un passaggio e l’altro e, aspetto da non sottovalutare, lavora anche con una certa velocità.

Anche il sensore per gli ostacoli è ben calibrato e permette al Neato D5 di non riconoscere come ostacoli i piccoli dislivelli creati dai tappeti o da asticelle di parquet tra una stanza e l’altra.

Le Nostre Opinioni

Il Neato Botvac D5 Connected non è certo un robot aspirapolvere tra i più economici, ma il prezzo è giustificato sia dalla buona efficienza mostrata in fase pulente che dalla fattura dei materiali.

La tecnologia Wi-Fi consente poi a questo robot aspirapolvere di essere utilizzato in modo ancora più pratico, con lo smartphone, o addirittura lo smartwatch a fare da telecomando.

Da apprezzare è anche la forma a D che gli consente di arrivare a pulire negli angoli e la spazzola laterale che permette una maggiore accortezza soprattutto quando ha a che fare con piccole briciole e peli di animali.

Le informazioni sullo storico delle pulizie della App si mostrano invece un po’ confusionarie ma, in conclusione, il Neato Botvac D5 Connected dimostra di avere molti più pregi che difetti.

Un robot aspirapolvere consigliato insomma e che giustifica certamente l’alto sovrapprezzo rispetto al modello base della gamma di cui fa parte.

Scheda Tecnica Neato Botvac D5 Connected


  • Lunghezza 33,6 cm
  • Larghezza 31,9 cm
  • Altezza 10 cm
  • Peso 3,4 kg
  • Batteria Altà capacità Ioni di litio
  • Tensione della base di ricarica 110 V, 220 V

Accessori in dotazione

  • Base di ricarica integrata
  • Cavo di alimentazione
  • Spazzola combinata
  • Spazzola laterale
  • Delimitatori
  • Pettine di plastica per filtro e spazzola

Tabella Neato Botvac D5 Connected

CaratteristicaSpecifiche
TipologiaRobot Aspirapolvere
TecnologiaSenza Sacco
ConsumiNon Specificato
Rumorosità66 dB
Capacità Serbatoio0.7 Litri


Neato Botvac D5 Connected – Recensione ultima modifica: da Staff AspirapolvereTop

Ti potrebbero Interessare anche:

Staff AspirapolvereTop
Esperti e appassionati del settore elettrodomestici, abbiamo deciso di scrivere recensioni dettagliate su tutti i modelli di Aspirapolvere, Scope Elettriche, Robot Aspirapolvere, Scope a Vapore, Bidoni Aspiratutto e prodotti più in generale per la pulizia. Inoltre nel nostro sito troverete Guide all'Acquisto, Classifiche sempre aggiornate con i Migliori modelli che abbiamo testato e recensito e link per acquistare ai Migliori Prezzi Online.

Lascia un Commento

Diventa il primo a commentare

Notificami
avatar
wpDiscuz